Navigation Menu+

Volevo solo cambiare il mondo

Categorie Spettacoli

Scritto da Giuseppe Della Misericordia in collaborazione con Vittorio Pavoncello

Regia di Vittorio Pavoncello

Con Arinna Ninchi e Laura Formenti

musica con percussioni giapponesi Taiko di Rita Superbi

scene e costumi di Roberta Budicin

aiuto regia Olimpia Ferrara

 

Il testo, vincitore del Premio “Teatro e Disabilità” ideato da l’Agenzia per la Vita Indipendente Onlus ed ECAD (Ebraismo Cultura Arti Drammaturgia) e giunto alla sua III Edizione, è un omaggio a Gabriella Bertini (1940-2015), una donna con disabilità che ha dedicato la sua vita al riconoscimento dei diritti e della dignità delle persone con disabilità. Nello spettacolo si ripercorrono le sue numerose battaglie dagli anni 60 fino ai giorni nostri; la più importante è stata l’istituzione della prima Unità Spinale in Italia negli anni 90, mentre in Europa erano già presenti fin dal dopoguerra. La protagonista, interpretata da Arianna Ninchi, discendente della grande Ave e apprezzata attrice di teatro, farà rivivere al pubblico la forza e la determinazione della Bertini, prima donna paraplegica alla guida di un’autovettura, prima donna lavoratrice con disabilità, prima donna disabile ad adottare un figlio e a vivere in modo Indipendente. Il debutto sarà l’occasione per celebrare la IV Giornata Europea della Vita Indipendente, promossa dal network europeo ENIL. Alla realizzazione della prima farà seguito una tournée in Italia e lo spettacolo servirà anche per accendere i riflettori sul Progetto lasciato in eredità da Gabriella Bertini, ossia la realizzazione di Casa Gabriella, un co-housing sociale collegato all’Unità Spinale di Firenze.